Leggere la musica

Per iniziare lo studio del sassofono è estremamente utile imparare a leggere la musica ma le nozioni che servono a questo scopo possono essere comodamente acquisite durante la pratica con lo strumento. Questo perchè la pratica richiede un tempo molto più lungo di quello necessario a spiegare le nozioni di teoria. Di conseguenza acquisendo le nozioni man mano che ci si evolve nella tecnica, è possibile imparare la teoria senza quasi accorgersene. Di seguito ho raccolto alcuni video sulla teoria musicale che forniscono ulteriori informazioni rispetto a quelle necessarie allo svolgimento dei primi esercizi.

 

 

 

Nel seguente schema trovi le informazioni necessarie ad eseguire i primi elementari esercizi di solfeggio. Per avere dei risultati sufficienti ad eseguire le melodie dei brani che che vorresti suonare con il sassofono, ricorda che dovrai praticare regolarmente per molte settimane.

 

 

 

 

Esempio di solfeggio: batti il tempo con le mani ad un velocità comoda ( esempio 1 battito al secondo ). Un metronomo ti aiuterà a batterle ad un tempo regolare. Battendo le mani in questo modo scandisci i nomi delle note prolungandoli per tutta la durata della nota. Il DO iniziale durerà quindi 4 battiti. Con la voce dovrai dire : Do -o -o- o . Sulle note da due quarti al secondo rigo dirai La- a   Re - e  etc etc. Nelle pause avrai bisogno di sostituire il nome della nota con la sillaba "Un" o , per le note lunghe come semibrevi e minime, con il conteggio numerico ( uno - due tre - quattro).

Esempio audio di alcune battute scritte nello spartito sottostante.

Si raccomanda di eseguire l'esercizio ad una velocità inferiore e di imparare con sicurezza i nomi delle note confrontandole con lo schema in alto. Sarà poi possibile passare a svolgere un intero corso di solfeggio con la guida dell'insegnante durante le lezioni online. Imparare a solfeggiare discretamente richiede molte settimane di esercizio,


Le  teoria musicale

Procedendo oltre la fase di approccio iniziale con lo strumento e con la lettura della musica, la teoria che un allievo di strumento dovrebbe conoscere è tradizionalmente intesa come quell'insieme di nozioni necessarie alla lettura dello spartito e alla comprensione del sistema musicale temperato e delle strutture armoniche fondamentali come intervalli, scale e accordi, del concetto di tonalità e quello che ne consegue come alterazioni in chiave e modi, fino agli aspetti ritmici che riguardano tempi e suddivisioni, fino agli abbellimenti. Su questo sito si è scelto di fornire invece, quella parte di teoria utile alla formazione di un improvvisatore e perciò organizzata su schede facili da ricordare il cui scopo è quello di fornire degli schemi mnemonici ai quali, con l'esperienza, si potranno collegare mentalmente le informazioni più dettagliate proprio in vista di un utilizzo immediato che è quello richiesto durante la improvvisazione. Utilizzate in questo modo le pagine di teoria su questo sito supportano lo svolgimento delle lezioni online e vengono dunque utilizzate dall'insegnante nelle spiegazioni. Durante la pratica con il sax, a casa,  fungono da dispense riassuntive degli argomenti affrontati. Ogni argomento potrà poi essere approfondito, quando richiesto, sui migliori manuali di teoria. Queste schede possono essere stampate o essere fornite in PDF durante la lezione.

Un metodo di teoria è sempre utile per riassumere le nozioni fondamentali necessarie alla lettura dello spartito musicale. In questo metodo puoi trovare le nozioni che riguardano la notazione, il ritmo, la tonalità etc.

Visualizza Teoria classica vol 1

Visualizza Teoria classica vol 2

Translate »