Un blues per i principianti del Jazz

In questi 3 esercizi sul Blues viene utilizzata una linea guida elementare formata dalle sole note accordali che ho sperimentato essere utilissima per i principianti dell’improvvisazione. Per  sapere cosa è una linea guida leggi : Le linee guida (guide tones)

Gli scopi degli esercizi 1 e 2 sono:

  1. Imparare a contare le 12 misure del blues in modo intuitivo suonando il sax.
  2. Imparare a suonare gli arpeggi degli accordi sulla struttura del blues partendo da una qualunque delle note dell’arpeggio.
  3. Imparare praticamente come utilizzare materiale accordale (in questo caso elementare gli arpeggi) con una logica melodica grazie alle linee guida.
  4. Fare una prima esperienza di linee guida che permetteranno, più avanti, di inquadrare le varie sequenze armoniche degli standard da un punto di vista pratico.

Gli scopi dell’esercizio 3 sono:

  1. Inserire le variazioni in modo istintivo nelle 12 battute del blues senza perdersi.
  2. Abbandonare progressivamente gli accordi per suonare solo le frasi di blues conservando nell’orecchio il suono degli accordi. In questa fase si impara a fare una sintesi fra “scala blues” e note degli accordi

Preparazione:I seguenti link aprono altrettanti spartiti contenenti le linee guida che partono dai vari gradi del primo accordo ( salvo una che potrai provare ascrivere tu stesso). Stampa gli spartiti in modo di poterli leggere e farci le tue annotazioni mentre suona la base.

Linea 1 Alto / Linea 1 Tenore / Linea 2 Alto / Linea 2 Tenore /  Linea 3 Alto / Linea 3 Tenore
Se sei un principiante assoluto della materia usa la seguente base:

Per chi è un po’ più avanti consiglio di utilizzare il seguente brano di blues (Albert King - Personal Manager)

Attenzione: se usi il brano originale per suonarci sopra devi iniziare a contare le 12 misure del giro di blues dopo le 4 battute di introduzione. Questa introduzione che va saltata per eseguire l'esercizio correttamente.

 

ESERCIZIO N.1 – suona la linea guida a tempo con la base o con il brano

E' un esercizio elementare eppure molto importante perchè mentre suoni le tue lunghe note di 4/4 hai la possibilità di ascoltare la base con attenzione e memorizzare il suono del giro armonico suonato dalla base. Uno dei concetti fondamentali dell'improvvisazione, trascurato spesso dai più "esperti", è che suonando poche facilissime note e molte pause, dai modo alla tua fantasia di immaginare nuove melodie e alle tue dita di seguirle.

ESERCIZIO N.2 – Suona gli arpeggi degli spartiti

La linea guida dovrà essere sviluppata suonando gli arpeggi partendo dalla nota guida e scendendo con le altre note dell'accordo quindi per prima cosa è necessario imparare gli arpeggi nei vari rivolti. Nel seguente spartito gli arpeggi si presentano in posizione fondamentale. Suonarli nei vari rivolti vuol dire partire dalle diverse note infatti: "Un accordo si dice trovarsi in stato di rivolto quando al basso figura un suono diverso dal suono fondamentale; in particolare se al basso vengono a trovarsi i suoni chiamati 3ª, 5ª, 7ª, esso si trova rispettivamente nello stato di 1º, 2º oppure 3º rivolto. 

 

[pdf-embedder url="https://www.saxonline.it/wordpress/wp-content/uploads/2012/07/I-tre-accordi-del-blues.pdf" widht="500px"]

Scarica Arpeggi Sax Alto e Tenore

ESERCIZIO N.3 – Applica gli arpeggi alla linea guida

Dopo aver imparato gli arpeggi si può passare ad applicarli sulle note delle linee guida come viene mostrato nello spartito seguente. Lo spartito elabora la linea 1 come esempio. Utilizza gli spartiti già scaricati per scriverci sopra le note degli arpeggi nello stesso modo. La cosa va svolta, da chi è all’inizio, rispettando la figurazione ritmica proposta nello spartito:

[pdf-embedder url="https://www.saxonline.it/wordpress/wp-content/uploads/2012/07/Linea-1-+-arpeggi1.pdf"]

Scarica pdf : Linea 1 + arpeggi

In un secondo momento sarà possibile introdurre delle variazioni ritmiche in modo intuitivo facendo attenzione a non distaccarsi dalla figurazione ritmica scritta più di quanto si è in grado di gestire senza perdere la capacità di rientrare nella battuta successiva a quella della variazione con la frase predeterminata dell’esercizio precedente.

Ascolta esempio:

In questo esempio ho suonato la linea 1 +arpeggi nel primo chorus. Nel secondo ho utilizzato le stesse note con delle variazioni inserendo poi la "scala blues" a piacere.

Translate »