Dexter Gordon

Dexter Keith Gordon (Los Angeles 1923 – Philadelphia 1990) E’ una icona per tutti i musicisti jazz e viene ricordato da molti grandi sassofonisti come fonte di ispirazione e di influenza musicale. E’ stato attivo, attreverso tutte le epoche del jazz, dagli anni 30′ agli anni 80′. Muove i suoi primi passi nel cuore della[…]

Michael Brecker: “In the presence… ” assolo da suonare

Arrivare in fondo a questo assolo è sicuramente una sfida per qualunque sassofonista, tuttavia nella parte iniziale la bella melodia scritta da Claus Ogerman è eseguibile in modo rilassato. Naturalmente questa pratica è rivolta a chi il sax lo sa già suonare bene ma anche per chi non è molto avanti nel suo percorso, cimentarsi[…]

Dave Liebman

Dave Liebman (Brooklin – New  York – 1946), è un sassofonista tenore e soprano contemporaneo caratterizzato da un linguaggio di radice coltraniana nel quale convergono elementi free, fusion, classici, rock ed etnici.  Nel corso degli anni 70′ e 80′ ha elaborato il suo approccio melodico esplorando a fondo gli aspetti armonici del fraseggio tanto da[…]

Lester Young

Lester Young è stato uno dei giganti del jazz. “Pres” ( “the President” come lo soprannominò Billie Holiday), si ritagliò una identità originale caratterizzata  da un suono leggero ed un lirismo melodico inconfondibile, tanto che, nonostante il suo periodo fosse dominato dallo swing “ruggente” di Coleman Hawkins, nella parte finale della sua carriera già vide[…]

Un esercizio sul ritmo da Jerry Bergonzi

Fornisco una traduzione di ciò che dice Jerry Bergonzi nel video. Su you tube è anche possibile attivare i sottotitoli in inglese ma essendo automatici il risultato non è sempre dei migliori.. la cosa interessante di questo breve video è rinforza il concetto che lavorare sul ritmo è possibile, anche in ambito improvvisativo, se ci[…]

Soul Station by Hank Mobley

Il commento di un fan di Hank Mobley sotto il video di Soul Station è “If someone asks, “What does it mean to be cool?” First, they must listen to this.” Swing e blues nel linguaggio di Hank Mobley danno luogo ad una sorta di “dialetto” al quale una trascrizione si può solo avvicinare senza[…]

Scoprire nuova musica

Grazie a You Tube oggi il mondo della musica può essere navigato in lungo e in largo, lo sappiamo tutti. Il problema però è che le piattaforme che contengono la musica che ci interessa a volte contengono anche moltissima materia estranea che rende la nostra ricerca, a volte, piuttosto difficile. Ad esempio, se io conosco[…]

Il mio primo Sax! Guida all’acquisto e al primo utilizzo

Il mio primo sax, come sceglierlo, comprarlo, montarlo e suonarlo Breve Corso di Sax consultabile gratuitamente. Per prima cosa viene trattato il problema della scelta dello strumento con alcuni fondamentali consigli per svolgere il proprio acquisto in tranquillità. Seguono una serie di argomenti che vanno dalle notizie basilari sullo strumento e gli indispensabili accessori, ai[…]

I consigli di Thelonious Monk

Con la collaborazione di  Robert Nissim  Da parecchi mesi gira fra i musicisti questa lista di consigli su come suonare ad un concerto. L’appunto, datato 1960, fu trascritto da Steve Lacy nel documento che riportiamo. Come al solito i critici si sperticano a dare significati ai gesti degli artisti anche quando questi hanno il semplice scopo[…]

Blues e Funk – Un Assolo di Maceo Parker (James Brown band)

Tutto quello che è stato detto essere valido nello studio del Blues trova applicazione anche in ambito Funky e di conseguenza anche nella musica nel rhythm and blues e nella musica pop. Molto spesso su internet alla parola funky viene associato un po’ tutto quello è sostenuto da un ritmo di batteria sincopato sia esso[…]

Lee Konitz – Back to Basic

La pratica allegata all’articolo è disponibile su “Jazz Lab”   Lee Konitz – Back to basics Il materiale qui analizzato deriva da un articolo del 1985 uscito sul Down Beat magazine nel quale Lee Konitz risponde ad alcune domande sulla didattica del Jazz e fornisce questo esempio scritto di come è possibile elaborare la melodia[…]

Un open-source che rallenta gli mp3! BestPractice

Uno dei fondamenti dello studio del jazz è costituito dalla conoscenza dei dischi dai quali attingere materiale su cui lavorare per elaborare il proprio linguaggio. Ma affinare l’orecchio al punto di riuscire a catturare in tempo reale le frasi dei grandi solisti richiede anni di pratica, ecco perchè moltissimi musicisti usano programmi per rallentare gli assoli[…]

Art Pepper

Art Pepper (1925 -1982) Una visione personale della musica Art Pepper è stato uno dei più importanti sassofonisti jazz degli anni 50 e poi di nuovo negli anni 70.  La sua carriera si snoda attraverso due periodi ben riconoscibili. Il primo periodo coincide con l’avvento del cool jazz e del suo superamento fra il 1949[…]

Translate »