Come cambiare l’ancia del sassofono

reeds_guideL’ancia del sassofono è quella linguetta di canna o di materiale plastico o fibra, che viene fissata al bocchino attraverso l’apposita fascetta. Le ance possono essere di diverse gradazioni (durezza) e, come è anche spiegato nella pagina “Il mio primo sax“, su questo sito, può costituire da sola la causa della riuscita o meno dei nostri tentativi di suonare il sassofono. Le ance di canna, in imagesparticolare, risentono della qualità della materia prima e della stagionatura e per questo motivo rappresentano l’aspetto più imprevedibile del suonare il sassofono. In generale la massima sonorità si riesce ad ottenere da un’ancia quando la sua durezza è proporzionata in modo corretto alla apertura del bocchino. Per scoprire quale è l’ancia più adatta al bocchino in nostro possesso conviene comprare delle ance di diversa gradazione e procedere dalla più morbida verso la più dura sperimentando praticamente la soluzione migliore. A questo  scopo consiglio le ance vandoren (blu, java oppure V16) che sono imbustate singolarmente. Questo ci permette di acquistarne di diverse gradazioni e di provare pazientemente qual’è la gradazione e il tipo di ancia che si adatta di più a noi, allo strumento in nostro possesso ed infine al bocchino che stiamo utilizzando. Acquistiamo quindi due ance Anciae boccmorbide numerate N°1,5 poi ci conviene aggiungere due ance N°2 e due altre ance N°2,5. Dopo alcune settimane di pratica potremo stabilire quale è l’ancia giusta per noi. Per esperienza personale devo dire che spesso arrivano da me persone che hanno tenato di risolvere il problema senza l’aiuto di un insegnante e nella maggioranza dei casi utilizzano un ancia sbagliata ovviando ai problemi che ne derivano, con atteggiamenti scorretti nell’impostazione. Purtroppo va considerato che in assenza di un insegnamento valido, viene a mancare lo sviluppo della capacità di percepire le differenze di suono e ciò porta spesso ad abituarsi ai propri difetti di impostazione e a considerare il proprio suono piuttosto soddisfacente.

Per tornare alle ance, vorrei aggiungere che acquistare delle ance protette singolarmente ci mette anche al riparo da prodotti molto più economici ma di scarsa qualità che sconsiglio energicamente dato che la spesa sostenuta per un buon prodotto vale di gran lunga la possibilità di evitare la frustrazione di vedere giorni e giorni di sforzi vanificati. Con il tempo potremo passare a provare le ance di sintetiche che, tuttavia, sconsiglio ai principianti per il costo eccessivo delle pur necessarie sperimentazioni.  Nel video seguente mostro come va montata l’ancia.

Translate »